COPY RIGHT ©KRG ITALY 2015 Kurdistan Regional GovernmentEnglish language

Governo Regionale del KurdistanRappresentanza In Italia

Roma, 02 marzo 2015
Il Primo Ministro Barzani incontra Sua Santità Papa Francesco .

In data odierna, la Dott.ssa Rezan Kader, Alto Rappresentante del Governo Regionale del Kurdistan in Italia e anche presso la Santa Sede ha accompagnato il Primo Ministro, S.E. Nechirvan Barzani, e la Sua delegazione in Santa Sede per incontrare Sua Santità Papa Francesco.
La delegazione era composta dal Vice Primo Ministro, Dott. Qubad Talabani, il Ministro degli Affari Religiosi, Min. Kamal Muslim, dal Capo del Dipartimento delle Relazioni Estere, il Ministro Falah Mustafa, dal Portavoce del Primo Ministro, il Dott. Safeen Dizayee.

Al centro del colloquio, la situazione attuale nella regione del Kurdistan, in Iraq e in tutto il Medio Oriente, concentrandosi sugli ultimi sviluppi della guerra contro l'organizzazione terroristica dello Stato islamico, noto come ISIS e l'importanza della coalizione internazionale contro il terrorismo.

Le due parti hanno ribadito che ISIS è una minaccia non solo per il Kurdistan, l’ Iraq e il Medio Oriente, ma per l'umanità intera.
Il Primo Ministro Barzani ha informato Sua Santità della presenza di oltre 1,4 milioni di iracheni sfollati e rifugiati siriani, la maggior parte dei quali sono fuggiti dalla violenta repressione di ISIS e si sono rifugiati nella regione del Kurdistan. Essi appartengono a vari gruppi etnici e religiosi provenienti dalla Piana di Ninive, Sinjar e altre zone del Kurdistan e Iraq, dove convivevano pacificamente da secoli, ma tragicamente sono stati costretti ad abbandonare le loro case con tutti i loro averi.
Il primo ministro ha ribadito che il popolo e il governo della Regione del Kurdistan hanno fornito, sin dal loro arrivo, aiuti e assistenza a questi profughi e sfollati.
Egli ha sottolineato che la presenza di questo grande numero di rifugiati e sfollati interni nella regione del Kurdistan ha creato un pesante fardello per il governo regionale del Kurdistan. Egli ha invitato Sua Santità a incoraggiare i paesi donatori e la comunità internazionale ad aumentare l'assistenza umanitaria.


Sua Santità Papa Francesco ha espresso il suo ringraziamento e gratitudine al Governo regionale del Kurdistan per accogliere e fornire assistenza agli iracheni sfollati e ai rifugiati provenienti dalla Siria.
Ha lodato la convivenza tra i diversi gruppi etnici e religiosi che vivono in pace in Kurdistan da secoli. Sua Santità ha anche elogiato il ruolo della Regione del Kurdistan nella lotta contro il terrorismo per proteggere il popolo della regione, che merita rispetto e apprezzamento.