COPY RIGHT ©KRG ITALY 2015 Kurdistan Regional GovernmentEnglish language

Governo Regionale del KurdistanRappresentanza In Italia

Roma 07 Marzo, 2017
La Dott.ssa Kader interviene al Convegno "La condizione femminile e gli attuali scenari internazionali"

In occasione della celebrazione della giornata internazionale della donna, il Coordinamento Lazio del Consiglio Nazionale Donne Italiane in collaborazione con i club Lions e Rotary di Roma, hanno organizzato presso il Circolo Ufficiali delle Forze Armate d’Italia in Roma un convegno dal tema “La condizione femminile e gli attuali scenari internazionali".
Il Presidente del Rotary Colosseo, Avv. Andrea Valente Cioncoloni ha ringraziato tutti i relatori, gli ospiti e tutti coloro che hanno contribuito alla realizzazione di tale importante evento teso a ricordare le conquiste sociali, politiche ed economiche delle donne sia le discriminazioni e le violenze cui sono state oggetto, e sono ancora, in tutto il mondo.
Dopo aver ascoltato gli inni di tutti i Paesi presenti, il Prof. Massimo Papa, ordinario di diritto musulmano e dei Paesi islamici presso l'Università degli Studi di Roma Tor Vergata, moderatore del convegno, ha conferito subito la parola alla Dott.ssa Rezan Kader che ha presentato il ruolo nella donna kurda, quale mamma, moglie, lavoratrice e soprattutto peshmerga, tesa a difendere la sua terra e la sua famiglia. Nonostante le donne kurde godano di un trattamento paritario nella società kurda, purtroppo oggi sono oggetto di schiavitù e violenze da parte dei terroristi dell’ISIS. E’ per questo motivo che l’Alto Rappresentante ha fatto appello alla comunità internazionale per ricevere un forte sostegno nella lotta al terrorismo. Altri interventi degni di nota, quello del medico chirurgo Dr. Vincenzo D'Alessandro, che ha parlato del problema dell’infibulazione, dela Dott.ssa Patrizia Salierno Presidente della ONLUS Progetto Rwanda; dell’ On. Alessandro Battilocchio, responsabile progetto Italia-Myanmar e le conclusioni di S. A. R. la Principessa India D'Afghanistan.
A conclusione degli interventi sono stati consegnati omaggi floreali alle relatrici e donne in aula, e cui è seguita una cena offerta dagli organizzatori dell’evento.