COPY RIGHT ©KRG ITALY 2015 Kurdistan Regional GovernmentEnglish language

Governo Regionale del KurdistanRappresentanza In Italia

Roma, 07 aprile 2017
La Dott.ssa Kader partecipa alla Via Crucis per le “Donne Crocifisse”


Si è tenuta in data 07 aprile u.s. la terza edizione della Via Crucis in favore delle donne vittime di tratta, prostituzione coatta e violenze. Questo evento, ideato dalla Comunità Papa Giovanni XXIII, in collaborazione con la Diocesi di Roma Sud, è nato per sensibilizzare l’opinione pubblica sul dramma di queste giovanissime donne, oltre 100 mila tra i 15 e i 25 anni, a cui è nostro dovere restituire la speranza di una vita migliore.
La via Crucis che ha visto la sua partenza dal Ponte Settimia Spizzichino, zona Garbatella, ha visto la sua conclusione dopo 7 stazioni simboliche alla Chiesa di Santa Francesca Romana. L’evento è stato patrocinato da molte realtà istituzionali, civili, associazioni religiose e ha visto la straordinaria presenza delle Fiamme Oro della Polizia di Stato, delle Fiamme Gialle, delle donne dell’Arma dei Carabinieri, della Gendarmeria Vaticana e delle donne della Polizia Municipale.


Presenti all’evento il Ministro degli esteri Angelino Alfano, il ministro della Salute Beatrice Lorenzin, il Presidente del Parlamento Europeo Antonio Tajani, l’Ambasciatrice della Gran Bretagna presso la Santa Sede Sally Jane Axworthy, il Sostituto Affari Generali della Segreteria di Stato Vaticana Mons. Giovanni Angelo Becciu, magistrati di Roma, altre autorità, rappresentanti della stampa e della RAI.
L’Alto Rappresentante la Dottsa Rezan Kader, ha portato la sua testimonianza in una delle stazioni, facendo riferimento a tutte le donne kurde, in particolari yazide e cristiane, che sono state oggetto di schiavitù e violenze sessuali da parte dei terroristi dell’ISIS e molte delle quali sono tutt’ora sotto le loro mani. La Dott.ssa Kader ha lanciato un appello di solidarietà e aiuto alla comunità internazionale per queste donne che laddove vengano liberate, necessitano di un lungo supporto psicologico per potersi integrare di nuovo nella società e nelle loro famiglie di provenienza e superare gli shock subiti.


Il Presidente della Comunità Papa Giovanni XXIII Giovanni Raimonda, insieme al coordinatore dell’evento Don Paolo Buonaiuto e a Don Paolo Lojudice, vescovo della diocesi di Roma sud hanno ringraziato il Santo Padre per aver sostenuto profondamente tale via crucis e la sentita partecipazione, insieme al Cardinale vicario del Santo Padre per la diocesi di Roma Agostino Vallini che ha concluso l’evento invitando tutti a non arrendersi mai e a fornire ognuno di noi un piccolo ma importante contributo.
L’Alto Rappresentante è stata, a conclusione dell’evento, intervistata da Rainews24.