COPY RIGHT ©KRG ITALY 2015 Kurdistan Regional GovernmentEnglish language

Governo Regionale del KurdistanRappresentanza In Italia

11 agosto 2014
La Dott.ssa Kader fa visita ai rifugiati cristiani

In data 11 agosto, la Dott.ssa Kader, dopo aver accolto e seguito il Viceministro Pistelli nei sui incontri istituzionali, ha recato visita ai rifugiati cristiani, accompagnata dal Dott. Khalid Jamal Talia, Direttore Generale per gli affari cristiani del Ministero per gli affari religiosi del Governo Regionale del Kurdistan.
Il numero degli sfollati sta crescendo e i militanti dello Stato islamico continuano a derubare le loro case, li privano dei loro averi, infliggono loro sistematiche violenze, costringendoli a fuggire. Hanno trovato riparo nella regione del Kurdistan. Il Governo ha aperto scuole, ospedali, ha costruito campi profughi per offrire la migliore assistenza ad ormai circa un milione di profughi e il popolo stesso sta offrendo accoglienza ai loro fratelli, non importa se cristiani, musulmani, yazidi, arabi.
Ma gli sforzi del Governo Regionale del Kurdistan non sono sufficienti per far fronte ad un’emergenza umanitaria di tali dimensioni. E’ necessario un supporto internazionale e sono necessari beni di prima necessità, condizionatori, medicine. Tante le donne e i bambini, ma anche ragazzi che rischiano di perdere l’anno scolastico in quanto impossibilitati a recarsi a scuola.
A seguito di tale sopralluogo, a cui seguiranno altri, la Dott.ssa Kader continua a lanciare appelli all’Italia e alla Santa Sede in primis, in quanto Alto Rappresentante del KRG in Italia e presso il Vaticano, ma anche alla comunità internazionale intera di supportare il popolo kurdo e il governo regionale del Kurdistan nel fronteggiare la crisi umanitaria in corso e la minaccia rappresentata dall’avanzata dello Stato islamico.