COPY RIGHT ©KRG ITALY 2015 Kurdistan Regional GovernmentEnglish language

Governo Regionale del KurdistanRappresentanza In Italia

Sulaymaniyha - 15 Maggio 2016
EUROPEAN UNION FILM FESTIVAL


Per il secondo anno Sulaymaniyah, seconda città e centro culturale della Regione del Kurdistan, ha ospitato l’European Union Film Festival dal 15 al 20 maggio promosso e presentato dalla Delegazione dell’Unione Europea in Iraq e dalle Ambasciate e Consolati degli Stati Membri presenti in collaborazione con Vinci, azienda curda leader nell’interior design e nell’architettura.
Il Festival si è svolto nel quadro delle celebrazioni della Festa dell'Europa (9 maggio, anniversario della dichiarazione di Schuman), giornata in cui si celebra la pace e l'unità in Europa, per celebrare al meglio il cinema europeo a sostegno della società civile curda.
Il dialogo e la riconciliazione attraverso l’interazione culturale per arrivare ad un Iraq pacifico, è il tema che ha accompagnato la proiezione dei 15 film europei nel corso dei sei giorni, che hanno messo in mostra la diversità culturale dell’Europa rappresentando la ricchezza delle industrie cinematografiche di Italia, Francia, Germania, Polonia, Austria, per citare alcuni dei Paesi partecipanti.
Il festival, che nella prima edizione ha visto la presenza del Primo Ministro del Governo Regionale del Kurdistan Nechirwan Barzani, ha lo scopo di promuovere valori condivisi come la tolleranza, la coesistenza pacifica e la comprensione comune. Attraverso le diverse pellicole si riflettono punti di forza e i valori dell'Unione europea. Nell’edizione di quest’anno, sono stati proiettati anche una selezione di corti curdi dei maggiori registi provenienti dalla Regione.
La serata inaugurale svoltasi lo scorso 14 maggio al Grand Millennium Hotel in Sulaymaniyah, ha visto la presenza dell’Amb. Patrick Simonnet, Capo della Missione Diplomatica europea, del Console Generale olandese, Dr. John Van Der Zande e dalla Dr.ssa Alessandra Di Pippo, Console Generale italiano ad Erbil, oltre che dell’Alto Rappresentante in Italia e presso la Santa Sede, la Dr.ssa Rezan Kader, che si trovava in Kurdistan per via della missione ufficiale nella Regione del Ministro della Difesa italiano Roberta Pinotti.