COPY RIGHT ©KRG ITALY 2015 Kurdistan Regional GovernmentEnglish language

Governo Regionale del KurdistanRappresentanza In Italia

Erbil, 16 Luglio, 2015
Min. Pinotti al Primo Ministro Barzani: "L'Italia è pronta a fornire qualsiasi sostegno alla regione del Kurdistan"


Ieri sera, Nechirvan Barzani, il Primo ministro del Governo Regionale del Kurdistan ha ricevuto a Erbil Roberta Pinotti, il ministro italiano della difesa e la sua delegazione d'accompagnamento, accompagnata dalla Dott.ssa Rezan Kader.
In questo incontro, il Min. Pinotti ha confermato che l'Italia è pronta a dare ogni tipo di sostegno e aiuto alla Regione del Kurdistan.
Il vice primo ministro Qubad Talabani e altri ministri e funzionari del governo regionale del Kurdistan hanno partecipato a questo incontro.

Il Min. Pinotti ha dichiarato: "Sono felice di visitare il Kurdistan. A nome del Governo italiano apprezzo molto il ruolo ricoperto dalle forze peshmerga in prima linea contro l'organizzazione terroristica islamica, ISIS ".
Il Min. Pinotti ha anche confermato il suo sostegno al problema dell'immigrazione e dei rifugiati, che sono fuggiti dalle zone controllate dai terroristi dell'ISIS ed ha apprezzato il governo regionale del Kurdistan nell'aver prontamente fornito luoghi sicuri e aiuti umanitari ai rifugiati.
D'altra parte, il primo ministro Barzani ha espresso la sua gratitudine al Governo italiano per il sostegno al Governo regionale del Kurdistan contro ISIS, ed ha aggiunto che 'l'Italia è uno dei primi paesi che si è precipitato per aiutare il Governo regionale del Kurdistan a partire dal primo attacco di ISIS in Kurdistan fino ad ora '.

Il Min. Roberta Pinotti è arrivato il 15 luglio 2015 presso l'aeroporto internazionale di Erbil, ove è stato ricevuto da: Sherzad Azad, Capo del Protocollo della Presidenza,dal Ministro dei Peshmerga Mustafa Said Kader, dal Min. Falah Mustafa, Capo del DFR del KRG, dalla Dott.ssa Rezan Kader, Alto Rappresentante del KRG in Italia e dal dottor Carmelo Ficarra, Responsabile dell'Ufficio consolare italiano a Erbil