COPY RIGHT ©KRG ITALY 2015 Kurdistan Regional GovernmentEnglish language

Governo Regionale del KurdistanRappresentanza In Italia

Roma, 22 ottobre 2014
Partecipazione della Dott.ssa Kader e del Governatore di Dohuk Farhad Atrushi, alla Presentazione del risultati del Progetto “PARTeN e del progetto di documentazione, tutela e valorizzazione del patrimonio culturale del Kurdistan iracheno settentrionale”, presso il Dipartimento di Storia e Tutela dei Beni Culturali, dell’Università degli Studi di Udine.

In data 21 ottobre u.s., la Dott.ssa Rezan Kader, l’Alto Rappresentante del Governo Regionale del Kurdistan dell’Iraq in Italia è intervenuta presso il Dipartimento di Storia e Tutela dei Beni Culturali dell’Università degli studi di Udine, in occasione della Presentazione del risultati del Progetto “PARTeN e del progetto di documentazione, tutela e valorizzazione del patrimonio culturale del Kurdistan iracheno settentrionale”. Presente all’evento, anch’esso come relatore, il Governatore di Dohuk, Dr. Farhad Atrushi in visita ufficiale in Italia.
Il “Progetto archeologico Regionale Terra di Ninive” è un ampia ricerca interdisciplinare condotta dalla “Missione archeologica Italiana in assiria” (MAIA) dell’Università degli Studi di Udine.
Il progetto mira a studiare il paesaggio archeologico della regione di Dohuk e a documentare e valorizzare lo straordinario patrimonio archeologico di questa Regione.
I lavori sono stati aperti dal messaggio di benvenuto del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Udine, Dott. Alberto F. De Toni e dalle più alte autorità locali, come il Dott. Pietro Fontanini, Presidente della Provincia di Udine e il Dott. Furio Honsell, Sindaco della città di Udine.

La Dott.ssa Kader, nel Suo intervento, dopo aver ringraziato ed elogiato il lavoro dei ricercatori della missione archeologica ha richiamato l’attenzione su quanto sta accadendo in Iraq e nella Regione del Kurdistan, ringraziando il Governo Italiano, il Primo Ministro Matteo Renzi ed il Ministero degli Affari esteri nella persona del Ministro Mogherini, per essere stato uno dei primi Governi europei ad essere presente nella Regione del Kurdistan fornendo assistenza umanitaria,  supporto politico  e recentemente anche militare.
In particolare, la Dott.ssa Kader ha sottolineato il dramma di centinaia di donne e ragazze della minoranza yazida che vengono fatte prigioniere dai miliziani dello Stato Islamico e vendute per poche centinaia di dollari. Infine, l’Alto Rappresentante, ha lanciato un appello di solidarietà e di supporto al Governo Regionale del Kurdistan, sensibilizzando le istituzioni a livello nazionale ma soprattutto a livello europeo ed internazionale affinché crimini di tale portata non vengano più perpetrati.
Sono intervenuti alla conferenza anche il Dott. Nino Merola, esperto della cooperazione allo sviluppo del ministero degli esteri, il Dott. Hassan Ahmed Qasim, Direttore delle Antichità di Dohuk, il Prof. Morandi Bonacossi, Direttore del Progetto ParteN e altre autorità.