COPY RIGHT ©KRG ITALY 2015 Kurdistan Regional GovernmentEnglish language

Governo Regionale del KurdistanRappresentanza In Italia

Roma, 24 – 25 ottobre 2014

Il Governatore Atrushi e la Sua delegazione incontrano le autorità della Santa Sede

In data odierna il Governatore Atrushi e la sua delegazione si è recata con la Dott.ssa Kader  in visita al Sottosegretario per i rapporti con gli stati della Segreteria di stato vaticana, Mons. Antoine Camilleri.
Mons. Camilleri ha ringraziato il Governo Regionale del Kurdistan per l’ospitalità dimostrata nei confronti del Card. Filoni lo scorso agosto come inviato speciale del Santo Padre. La Santa Sede è molto preoccupata non solo delle condizioni delle comunità cristiane ma dei bisogni umanitari di tutti coloro che sono coinvolti in queste violenze e abitano tali aree da secoli nella tolleranza reciproco e mutuo rispetto. Per tale ragione è necessario ripristinare al più presto a coesistenza pacifica.
Al momento attuale, ha affermato il Governatore di Dohuk, è in corso un’emergenza umanitaria senza precedenti. Quasi due milioni di rifugiati, di cui 700.000 solo nel Governatorato di Dohuk con crescenti esigenze: fornitura di derrate alimentari, alloggi adeguati e un funzionante sistema sanitario, le cui strutture sono state adibite come alloggi, al pari degli altri edifici pubblici. Inoltre, oltre agli aiuti umanitari è necessario un maggiore supporto politico e l’invio di armi pesanti ai peshmerga per arrestare l’ISIS e ripristinare pace e stabilità nella Regione del Kurdistan e nell’area in generale.
Infine, il Governatore Atrushi ha espresso al Mons. Camilleri che la Presidenza, il Governo e tutto il popolo kurdo sarebbero lieti di ricevere la visita del Santo Padre, che sarebbe di estremo conforto in questo difficilissimo momento del popolo kurdo. 
Il Governatore si è poi recato a far visita al Card. Fernando Filoni, Prefetto della Congregazione per l’Evangelizzazione dei Popoli che era stato in Kurdistan lo scorso agosto come inviato speciale del Santo Padre e aveva visitato diversi villaggi dei rifugiati cristiani, yazidi etc… Il Card. Filoni ha manifestato il suo apprezzamento nei confronti del Governo Regionale del Kurdistan sia per l’accoglienza ricevuta nella sua missione dello scorso agosto sia per il supporto e rifugio offerto a tutte queste minoranze che abitano da secoli in questa area e che al momento sono costrette ad abbandonare le loro case a causa delle violenze perpetrate dall’ISIS.
Il Governatore, dopo aver descritto la situazione attuale nella Regione e l’emergenza umanitaria con le sue priorità,  ha espresso al Card. Filoni il desiderio di organizzare una conferenza che riunisca tutte le professioni religiose ad unico tavolo al fine di facilitare la comprensione reciproca. Infine, il Governatore Atrushi, ha espresso al Card. Filoni che la Presidenza, il Governo e tutto il popolo kurdo sarebbero lieti di ricevere la visita del Santo Padre, che sarebbe di estremo conforto in questo difficilissimo momento del popolo kurdo.