COPY RIGHT ©KRG ITALY 2015 Kurdistan Regional GovernmentEnglish language

Governo Regionale del KurdistanRappresentanza In Italia

Roma, 10 dicembre 2013

Visita Ufficiale del Min.Falah Mustafa al Sen. Valeria Fedeli, VicePresidente del Senato della Repubblica

Il VicePresidente del Senato della Repubblica, il Sen. Valeria Fedeli ha ricevuto la visita del Min. Falah Mustafa, Capo del Dipartimento Affari Esteri del Governo regionale del Kurdistan e della sua delegazione accompagnata dalla Dott.ssa Rezan Kader, Alto Rappresentante del Governo Regionale del Kurdistan in Italia. Il Sen. Fedeli ha rivolto al Ministro i cari saluti del Presidente del Senato Grasso che ha mostrato un forte interesse nei confronti della Regione del Kurdistan, una regione che vede la connivenza di religioni e culture diverse  e che sta sperimentando una crescita esponenziale grazie anche alla speciale autonomia di cui gode rispetto al governo centrale.
Il Vicepresidente Fedeli ha rilevato l’importanza di far crescere e di rafforzare il rapporto tra i due Paesi a tutti i livelli, sia nel campo politico – economico, incrementando gli investimenti, sia nel campo sociale e di assistenza umanitaria, alla luce del recente fenomeno degli sfollati siriani. Il Senato della Repubblica è un’istituzione che può ricoprire un ruolo fondamentale nel campo dell’educazione, degli scambi culturali, e della tutela delle minoranze e dei diritti umani. A tale proposito, c’è una Commissione dei diritti umani che sarebbe perfetta per sviluppare progetti comuni in tale settore. Il Vicepresidente Fedeli ha apprezzato la componente femminile nella delegazione governativa curda, simbolo di giustizia e rispetto dei diritti delle donne.
Il Min. Falah ha apprezzando molto le parole del Vice Presidente del Senato, spiegando che il Governo Regionale del Kurdistan aspira in primo luogo a uscire dell’emarginazione di cui è stato vittima nel passato e sviluppare il più possibile relazioni internazionali, e di promuovere i valori della giustizia, uguaglianza e tolleranza. Bisogna passare da una mentalità di opposizione  ad una di collaborazione sia col governo centrale che con i paesi vicini al fine di  garantire la stabilità e il dialogo. Il Kurdistan è un paese ricco di opportunità di investimento e ed ha adottato una politica di apertura che necessita del know how straniero e del supporto della comunità internazionale per il riconoscimento del genocidio curdo affinché tali efferati crimini non si ripetano più.
IlVicepresidente Fedeli ha mostrato tutta la sua disponibilità a parlare col Presidente Grasso al fine di avviare una concreta collaborazione istituzionale per sviluppare le relazioni tra l’Italia e il Kurdistan.