COPY RIGHT ©KRG ITALY 2015 Kurdistan Regional GovernmentEnglish language

Governo Regionale del KurdistanRappresentanza In Italia

Roma,10 dicembre 2013

Il KRG firma un accordo con la Società italiana per l’Organizzazione Internazionale

Roma - (KRG.org) – Il Ministro Falah Mustafa ha guidato una delegazione del dipartimento di relazioni estere in Italia la settimana scorsa dove ha incontrato il viceministro degli esteri dell'Italia, ha visitato il Parlamento e il ministro Mustafa ha firmato un accordo con la Società italiana per l’Organizzazione Internazionale .
La delegazione era composta dal Rappresentante del Governo Regionale del Kurdistan in Italia la Dott.ssa Rezan Kader, dall’assistente capo del DFR Siham Jabali, dal consigliere presso il DFR Saleem Ibrahim, così come da direttori del DFR Hoshang Mohamed, Tawfiq Rahman e Omer Rashid. Durante la visita di quattro giorni, la delegazione ha incontrato il viceministro degli esteri Lapo Pistelli. Il Ministro Mustafa ha ringraziato il signor Pistelli per la cooperazione del Ministero degli esteri e ha aggiunto: 'Il KRG attribuisce una grande importanza alle relazioni con l'Italia e vorrei anche ringraziare l'Ufficio di Rappresentanza in Italia e il Consolato Italiano a Erbil per il ruolo che svolgono nel rafforzamento dei nostri rapporti reciproci'.

Il Vice Ministro Pistelli ha accolto la delegazione e ha detto di essere soddisfatto per il livello di sviluppo nelle relazioni bilaterali, evidenziando l'aumento del numero di aziende italiane che operano nel Kurdistan. Entrambe le parti hanno discusso degli sviluppi nel campo politico curdo, iracheno e regionale e della sicurezza. La delegazione ha incontrato anche con un certo numero di altri alti funzionari presso il Ministero degli affari esteri.
Nel corso della visita, il ministro Mustafa e  l’ex ministro degli esteri dell'Italia Franco Frattini hanno firmato un memorandum d'intesa tra il DFR e la Società Italiana per l’Organizzazione internazionale (SIOI) che il Presidente Frattini ora dirige. Il MOU è stato ultimato e firmato dopo che il primo ministro Nechirvan Barzani aveva approvato una proposta agli inizi di quest'anno. Durante la sua visita alla SIOI, il ministro Mustafa ha parlato ad una conferenza a cui hanno partecipato oltre 150 diplomatici, professori, docenti universitari, ricercatori e giornalisti. Egli ha informato il pubblico dell'influenza geopolitica del Kurdistan, della storia del popolo curdo, delle tragedie che si sono superate, delle evoluzioni successive all'insurrezione del 1991 e del futuro della regione.

Nel corso della visita in Italia, la delegazione ha visitato il Parlamento italiano, dove è stata ricevuta dal Vice Presidente del Senato, Valeria Fedeli. Il Ministro Mustafa ha informato il Vicepresidente sulle prossime elezioni parlamentari irachene previste per aprile 2014 e ha parlato di come può beneficiare sia il Kurdistan che l’ Iraq dall’Italia, data la sua storia e la sua esperienza nel campo della democrazia. Il Vice Presidente Fedeli ha mostrato il suo sostegno nel tentativo di portare ulteriore riconoscimento internazionale del genocidio commesso dal regime ex Ba'athista contro il popolo curdo.

La delegazione ha visitato anche l’Università di Perugia, dove il ministro Mustafa ha tenuto una conferenza e ha incontrato vari funzionari dell'Università, così come i funzionari del governo locale.  La delegazione ha incontrato vari diplomatici dalla comunità internazionale come pure i membri della comunità imprenditoriale in Italia. L’ultimo giorno della visita la delegazione si è recata alla Santa sede in Vaticano dove ha incontrato il cardinale Francesco Coccopalmerio. Il Ministro Mustafa ha delineato la cultura del Kurdistan di compassione e co-esistenza e ha parlato della comunità cristiana nella regione e della crisi siriana, che aveva determinato l’affluenza di circa  250.000 rifugiati nella Regione.