COPY RIGHT ©KRG ITALY 2015 Kurdistan Regional GovernmentEnglish language

Governo Regionale del KurdistanRappresentanza In Italia

Roma, 12 dicembre 2013

Visita Ufficiale del Min.Falah Mustafa al Card. Francesco Coccopalmerio, Presidente del Pontificio Consiglio per i Testi Legislativi

In data 12 dicembre u.s., il Card. Coccopalmerio ha ricevuto all’interno dello Stato del Vaticano la visita ufficiale del Min. Falah Mustafa, Capo del Dipartimento Affari Esteri del Governo Regionale del Kurdistan e la sua delegazione, accompagnata dalla Dott.ssa Rezan Kader, Alto Rappresentante del Governo Regionale del Kurdistan in Italia.
Il Cardinale ha illustrato al Ministro che il dicastero da lui presieduto si occupa delle leggi della Chiesa e della sua esecuzione.
Il Min. Falah ha portato i saluti del Presidente Barzani, del Primo Ministro e di tutto il popolo curdo al Cardinale, ringraziandola di averli ricevuti presso la Santa Sede.
Il Ministro ha informato il Cardinale che nella Regione del Kurdistan vige la tolleranza, la pace e la coesistenza tra diverse religioni ed etnie. A testimonianza di ciò, a seguito dell’inizio della persecuzione religiosa dei fratelli cristiani nel resto dell’Iraq e in Medio Oriente, il Presidente Barzani  si è impegnato concretamente nel proteggere la comunità cristiana offrendo riparo e beni di sussistenza a migliaia di famiglie. Tale Comunità è una parte integrante e vitale della Regione del Kurdistan, ma deve raggiungere il rispetto dei diritti anche nelle altre parti del Medio Oriente.
Tuttavia, la situazione di emergenza che la Regione sta affrontando anche a seguito del fenomeno degli sfollati siriani, necessita di un supporto maggiore da parte della Comunità internazionale. Per tale motivo, il Min. Falah ha fatto appello sia alla Chiesa che alle organizzazioni umanitarie e agli stati di intervenire in loro sostegno con aiuti umanitari di qualsiasi genere e porre fine ad atti di persecuzione e intolleranza nei confronti del genere umano, perseguendone i responsabili.
Il Ministro Falah ha inoltre invitato il Cardinale Coccoplamerio a organizzare più visite reciproche al fine di rafforzare il rapporto tra la Chiesa e la Regione del Kurdistan e far inviare una delegazione del Vaticano in loco per essere testimone delle condizioni di vita dei fratelli cristiani e delle loro necessità, al fine di far sentire loro forte la presenza della Chiesa.
Il Card. Coccopalmerio ha espresso il totale supporto e solidarietà della Chiesa e ha inoltrato al Min. Falah i ringraziamenti al Pres. Barzani che tanto si sta spendendo nei confronti dei fratelli cristiani e siriani e nel mantenimento della pace in questa delicata area del Medio Oriente. La Chiesa deve tuttavia impegnarsi di più nel tenere unite le chiese cristiane nel mondo, che risulta essere un grande problema dell’ecumenismo.