COPY RIGHT ©KRG ITALY 2018 Kurdistan Regional GovernmentEnglish language

Governo Regionale del KurdistanRappresentanza In Italia

Roma - Lug 2015
CLIMA E GEOGRAFIA

La Regione del Kurdistan comprende parti dei tre governatorati di Erbil, Slemani e Duhok.
Confina a ovest con la Siria, con l'Iran a est, e la Turchia a nord, dove fertili pianure incontrano i monti Zagros. E 'attraversata dal fiume Sirwan e dal Tigri e i suoi affluenti, il Grande Zab e il Piccolo Zab.
Superfice: 40.643 chilometri quadrati [1]
Popolazione: 3.757.058 [2]
Capitale: Erbil (noto anche come Hewler)
Le montagne del Kurdistan hanno un'altezza media di circa 2.400 metri, salendo a 3,000-3,300 metri in alcuni punti. La cima più alta, Halgurd, è vicino al confine con l'Iran e misura 3.660 metri. Le creste delle montagne più alte contengono l'unica foresta della regione. Piovosità annuale è di 375-724 millimetri.
Il clima della regione del Kurdistan è semi-arido continentale: molto caldo e secco in estate e freddo e umido in inverno. La primavera è la stagione più bella in Kurdistan e il momento in cui i kurdi celebrano il Nawroz, l'Anno Nuovo kurdo, in primavera o equinozio di primavera. Le temperature oscillano tra i 13-18 gradi in marzo fino a 27-32 gradi in maggio.
I mesi estivi da giugno a settembre sono molto caldi e secchi. A luglio e agosto, i mesi più caldi, si raggiungono i 39-43 gradi, e spesso quasi i 50 gradi.
L'autunno è secco e mite, e la primavera è la stagione ideale per visitare la regione. Le temperature medie sono 24-29 gradi nel mese di ottobre, e c'è un leggero raffreddamento nel mese di novembre .
Gli inverni sono miti, se non in alta montagna. Le temperature medie invernali sono intorno ai 7-13 gradi Celsius, e le basse intorno ai 2-7 gradi Celsius .

[1] territorio KRG-somministrato solo. Redatto da dell'Organizzazione per l'alimentazione e l'agricoltura (FAO) provenienti da varie fonti nazionali e regionali: i confini internazionali da National Imagery and Mapping Agency Grafico (NIMA) digitale del mondo (AFS). La fonte primaria per il database DCW è l'Operational serie carta di navigazione co-prodotto da parte delle autorità di mappatura militari di Australia, Canada, Regno Unito e Stati Uniti.
[2] Secondo Oil-for-Food Distribution Plan, approvato dalle Nazioni Unite, dicembre 2002.
[3] Programma per l'Ambiente delle Nazioni Unite (UNEP): http://sea.unep-wcmc.org/latenews/Iraq_2003/facts.htm.
[4] Derivato dai Zone mondiale dell'industria agro-ecologici Studio, Food and Agriculture Organization delle Nazioni Unite (FAO), Terra e Acqua Divisione Sviluppo (AGL), con la collaborazione dell'Istituto Internazionale di analisi dei sistemi applicati (IIASA), 2000 . I dati in media su un periodo di 37 anni. -Set di dati Raster è stato esportato come tipo di file raster ASCII.
[5] US Air Force di Combattimento climatologia Center.
[6] US Air Force di Combattimento climatologia Center.
[7] US Air Force di Combattimento climatologia Center.
[8] US Air Force di Combattimento climatologia Center.

La flora e la fauna della Regione del Kurdistan

Sulle pendici scoscese della Regione del Kurdistan, si trovano alberi a bassa crescita, uccelli e capre selvatiche. Sulle creste delle montagne crescono querce piccole, alberi di ginepro ed erbe di montagna e nelle valli ci sono pioppi. L'Eucalipto si può trovare nelle aree ricche di acqua sulle pianure.
Quattro sedi nella regione sono state designate come Important Bird Areas (IBA) da Birdlife International: 1) il lago arginato di Dukan e Darbandikhan e la zona della diga incompiuta Bekhma tra Duhok e le province di Erbil, 2) Benavi, 3) Dori Serguza, e 4) Ser Amadiya nella provincia di Duhok.
A seconda della stagione, in queste aree c'è la probabilità di trovare avvoltoi barbuti ed egiziani, grifoni eurasiatici. Ci possono essere anche cicogne bianche, chukar (pernici), gole bianche, pettirossi, cinereo, zigolo orientale e occidentale, picchio muratore, il picchio siriano, cinciallegre, averla mascherata, e Serin dalla fronte rossa. Intorno alla catena montuosa di Ser Amadiya ci possono essere anche silvie orfico, cinciallegre, averla mascherata, gracchio alpino, gracchio corallino e Ortolan zigolo.