COPY RIGHT ©KRG ITALY 2018 Kurdistan Regional GovernmentEnglish language

Governo Regionale del KurdistanRappresentanza In Italia

Roma - Lug 2015
La Presidenza della Regione del Kurdistan

Il Parlamento del Kurdistan ha istituito la Presidenza della Regione del Kurdistan (KRP) come istituzione nel 2005.
Il Presidente della Regione del Kurdistan ha il più alto potere esecutivo ed è eletto a scrutinio segreto con votazione popolare ogni quattro anni.
Masoud Barzani, l'attuale presidente, è stato eletto come primo Presidente della Regione del Kurdistan il 31 gennaio 2005 dal Parlamento e ri-eletto dal popolo kurdo nel luglio 2009, con il 70% dei voti.
Il vice presidente è Kosrat Rasul Ali. Assiste il Presidente nei suoi compiti e, in sua assenza ,è colui che agisce. Secondo la legge, il Presidente può delegare parte dei suoi poteri al suo Vice.
Il Presidente rappresenta il popolo del Kurdistan a livello nazionale e internazionale; supervisiona e coordina le relazioni tra la Regione e le autorità federali irachene. Egli rappresenta anche il popolo del Kurdistan nel Consiglio politico iracheno per la sicurezza nazionale e nei negoziati e nelle consultazioni con il governo iracheno.
La legge stabilisce e regola il rapporto tra la Presidenza della Regione Kurdistan e la Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Tutte le domande per gli appuntamenti speciali e le promozioni saranno presentare alla presidenza della Regione del Kurdistan. Dopo l'approvazione del Presidente e attraverso decreti regionali, le applicazioni saranno restituiti alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Il Presidente ha il potere di rinviare una sola volta qualsiasi legge approvata dal Parlamento per un ulteriore dibattito e modifica.

Organizzazione della Presidenza della Regione del Kurdistan

Diwan (Gabinetto) creato l'8 gennaio 2005 e ha i seguenti compiti:
Sovrintendere le Direzioni del Diwan
Coordinare i rapporti tra la presidenza della Regione del Kurdistan, la Presidenza del Governo Regionale del Kurdistan e la Presidenza dell'Assemblea Nazionale.
Gestire e coordinare i rapporti tra la presidenza della Regione del Kurdistan e le autorità federali irachene.
 Organizzare le attività del Presidente dentro e fuori la Regione

Il capo Gabinetto : il Presidente della Regione del Kurdistan ha nominato Fuad Mohamad Husseincome primo capo di Diwan, il quale con un grado pari ad un Ministro può partecipare a tutti i gli incontri del Consiglio dei Ministri. Il capo gabinetto supervisiona anche tutte le attività del Diwan stesso.

L'Ufficio del Presidente: è l'ufficio amministrativo che si occupa delle quotidiane attività del Presidente.

Direzioni generali: ci sono direzioni generali per l'amministrazione e la finanza, gli affari legali, le comunicazioni, le denunce pubbliche, le pubbliche relazioni e le relazioni regionali.

Il Presidente della Regione del Kurdistan

Sua Eccellenza Masoud Barzani è stato eletto come primo Presidente della Regione del Kurdistan da parte dell'Assemblea nazionale del Kurdistan.
Ha giurato il 12 giugno del 2005.
Nelle elezioni di luglio del 2009, è stato rieletto per un secondo mandato ottenendo circa il 70% del voto popolare.
Nella sua lunga carriera politica, Barzani si è guadagnato la reputazione di difensore dei principi di democrazia e di rispetto dei diritti di tutti i diversi popoli dell'Iraq. Dalla liberazione dell'Iraq, ha rappresentato una forza di stabilizzazione all'interno della Regione del Kurdistan e nella politica irachena, contribuendo a mantenere l'unità dell'Iraq tramite il sistema federale e lavorando per costruire il consenso nel governo federale.
Nella sua presidenza Masoud Barzani ha creato diverse istituzioni nella regione del Kurdistan per migliorare l'emergente democrazia,rafforzare le alleanze e migliorare il processo decisionale.
Nel gennaio 2007 ha istituito il Consiglio di Presidenza del Kurdistan, che comprende il Vice Presidente (Sig. Kosrat Rasul Ali), il Presidente del Parlamento e il suo vice, il Primo Ministro ed il Vice Primo Ministro e il Capo Gabinetto della Presidenza.
Barzani ha anche contribuito a creare il Consiglio dei partiti politici del Kurdistan che personalmente presiede, e comprende le leadership dei seguenti partiti politici in Kurdistan: Partito Democratico del Kurdistan (KDP), Unione Patriottica del Kurdistan (PUK), Partito dei lavoratori del Kurdistan Party, Partito Social-democratico del Kurdistan, l'Unione Islamica del Kurdistan ed il Gruppo islamico del Kurdistan.

Come Presidente della Regione del Kurdistan, Masoud Barzani ha svolto visite ufficiali in vari paesi tra cui:
- il presidente degli Stati Uniti d'America, George Bush alla Casa Bianca (25 ottobre 2005);
- il primo ministro britannico Tony Blair a Downing Street (31 ottobre 2005);
- il Papa in Vaticano (14 novembre 2005 e 30 maggio 2015);
- il primo ministro italiano Berlusconi a Roma (13 novembre 2005);
- il Re Abdullah dell'Arabia Saudita a Riyad (13 marzo 2007)
-il Re Abdullah di Giordania ad Amman (19 marzo 2007).

Carriera politica
Come leader del Partito Democratico del Kurdistan (KDP) dal 1979, il Presidente Barzani ha lavorato per raggiungere gli obiettivi del partito quali la democrazia per l'Iraq e l'autonomia ed il federalismo per la Regione. Durante gli anni '90 e fino al crollo del regime di Saddam Hussein nel 2003, ha contribuito a portare più vicini le opposizioni irachene.
Dopo la liberazione dell'Iraq nel 2003, Barzani è stato nominato al Consiglio del Governo iracheno e ha tenuto la Presidenza di turno nel maggio 2004.
Ha contribuito ad ottenere il riconoscimento ufficiale come Regione del Kurdistan e come Governo Regionale del Kurdistan (KRG) nella Legge amministrativa di transizione. Successivamente nella stesura della costituzione irachena, con gli altri membri dell'alleanza del Kurdistan, ha negoziato un sistema federale per creare un governo più efficiente e rappresentativo e per evitare un ritorno alla brutale dittatura del governo centrale.
I primi anni di vita del Presidente Barzani sono stati segnati da grandi sconvolgimenti personali e politici. Egli è stato fortemente influenzato da suo padre, il compianto Mustafa Barzani, leader del movimento di liberazione kurdo.
E' nato il 16 agosto 1946 nella città curda di Mahabad in Iran.
Dopo che suo padre fu costretto all'esilio nel 1947 nell'ex Unione Sovietica, Masoud Barzani, è rimasto in Iraq con la madre, per la maggior parte del tempo agli arresti domiciliari.
E' stato eletto al comitato centrale del KDP nel 1971 e in seguito al suo ufficio politico.
E' stato uno dei rappresentanti ai negoziati del 1970 con il governo Ba'ath che ha portato ad un un accordo (poi rinnegato) sull'autonomia del Kurdistan.
Dopo l'accordo di Algeri del 1975 tra l'Iraq e l'Iran, che ha sancito la fine del sostegno esterno per la resistenza curda, e dopo la morte di suo padre, il giovane Barzani ha iniziato a ricostruire il movimento. E 'stato eletto Presidente del KDP nel 1979 e successivamente rieletto nel 1993 e 1999.
Il Presidente Barzani ha svolto un ruolo chiave nella creazione del Fronte del Kurdistan, un'organizzazione ombrello dei partiti politici kurdi. Dopo la guerra del 1991, Barzani ha coordinato il Fronte del Kurdistan per sostenere la rivolta del popolo curdo nel marzo dello stesso anno, portando Saddam Hussein a ritirare la sua amministrazione.
Le prime elezioni libere dell'intero Iraq si sono svolte nella regione del Kurdistan a maggio del 1992, a seguito delle quali è stata creata la prima Assemblea Nazionale del Kurdistan e il Governo Regionale del Kurdistan.
Le lotte armate per il potere tra il KDP e PUK tra la metà degli anni 1990, portarono Masoud Barzani e Jalal Talabani, leader del PUK, a firmare l'accordo di Washington del 1998. Entrambe le parti impararono da questa dolorosa esperienza e si impegnarono a non ricorrere più a conflitti armati tra kurdi, cooperando per creare istituzioni forte e consenso nella Regione.

Casa e famiglia
Il presidente Barzani ha scritto il libro "Mustafa Barzani e il Movimento di liberazione kurdo" E' un appassionato lettore e ha un interesse speciale per la storia, la politica, la strategia militare e lo sport. Parla correntemente kurdo, arabo, persiano e capisce l'inglese. E' sposato con otto figli.
Masoud Barzani ha vissuto in prima persona i danni causati da un regime dittatoriale violento. L'ex regime Ba'ath ha ucciso tre dei suoi fratelli e 32 membri della sua famiglia erano tra gli 8.000 uomini e ragazzi del clan Barzani scomparsi nel 1983.
Il villaggio dei suoi antenati, Barzan, è stato distrutto 16 volte dai successivi regimi iracheni.
Ha sempre lavorato per la democrazia in Iraq e per tutelare i diritti del popolo della regione del Kurdistan, in modo che tutti possano godere di un futuro migliore